IL PRESIDENTE POLACCO ANDRZEJ DUDA

IL PRESIDENTE POLACCO ANDRZEJ DUDA RIVELA CHE IL MISSILE CADUTO IN POLONIA ERA RUSSO

 

I comici russi Vladimir Kuznetsov e Aleksei Stoliarov, meglio conosciuti come Vovan e Lexus, colpiscono ancora: nell’ennesimo scherzo telefonico il presidente polacco Andrzej Duda ha rivelato che il suo omologo ucraino Vladimir Zelenski gli ha assicurato che il missile caduto la scorsa settimana in territorio polacco era stato lanciato dalla Russia.

Questa volta è toccato  al presidente polacco Andrzej Duda cadere nell’ennesimo scherzo telefonico orchestrato dai noti comici russi Vladimir Kuznetsov e Aleksei Stoliarov. I due comici non sono nuovi a scherzi telefonici di questo tipo: l’ultimo a cadere nella trappola tesa dai due comici era stato un mese fa il cancelliere ucraino Kuleba che aveva  ammesso che il suo paese era il responsabile dell’attentato al ponte di Crimea avvenuto una settimana prima. I due comici avevano chiamato Dimitri Kuleba fingendo di essere l’ex ambasciatore statunitense in Russia, Michael McFaul.

I comici, questa volta,, hanno fatto finta di essere il presidente francese Emmanuel Macron ed hanno condiviso martedì un video del loro discorso con Duda. “Incolpa i russi”, ha risposto quest’ultimo quando gli è stato chiesto della posizione di Zelenski sulla caduta del missile.

“Lui [Zelenski] dice che sono completamente sicuri che sia stato un missile russo lanciato dai russi. E ha detto che questo non può essere il lancio di un missile ucraino”, ha detto Duda, aggiungendo che non sapeva ancora con certezza chi ha lanciato il proiettile.

Questo è solo l’ultimo scherzo messo in atto dai due comici russi. Infatti in precedenza Vovan e Lexus erano riusciti a far confessare segreti imbarazzanti ai loro interlocutori riuscendo a  spacciarsi per importanti personaggi politici.  Nel marzo scorso i  due comici hanno avuto una conversazione telefonica con il ministro della Difesa britannico Ben Wallace e facendosi passare per il primo ministro ucraino Denis Shmygal discutono del programma nucleare ucraino.

Tre settimane dopo  i due comici, avendoci preso gusto, hanno continuato i loro scherzi telefonici. A cadere nella trappola questa volta è stata la  Ministra dell’Interno britannica Priti Patel. Anche questa volta i comici si sono fatti passare per il   primo ministro ucraino Denis Shmyhal e le hanno chiesto di escludere la Russia dall’Interpol.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Un pensiero su “IL PRESIDENTE POLACCO ANDRZEJ DUDA RIVELA CHE IL MISSILE CADUTO IN POLONIA ERA RUSSO”
  1. C’è che la Russia non sà nemmeno più che pesci pigliare! Pertanto è andata a prendere per la collottola quei 2 comici, di cui non sapevano nemmeno più che farsene(!). Pertanto li han buttati nel bel mezzo della mischia, di quegli intrighi fantapolitici più immaginosi(!): ATTRAVERSO I QUALI PRETENDONO DI FARCI INGURGITARE TUTTE LE FALSITÀ CHE LORO STESSI, MOLTO MENO CHE LECITAMENTE(!!): PRETENDONO DI FAR CREDERE AL MONDO INTERO!! Vada per inteso che neanche un 10% di quello che ci “spacciano” i giornali, sia mai e poi mai stato vero! E poi comunque la Russia persevera nell’essere un tipo di regime altamente autoritario! Persino ora (dopo la glasnost!), come prima durante il più duro regime comunista! E ciò perché gli stessi russi devono ancora arrivare a provare davvero: UNO STILE DI VITA BEN PIÙ DEMOCRATICO E CIVILE!!! DIFENDI! SPARPAGLIA E DIFFONDI! Ciao né? S’andrhò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *