Joe Biden alla Cop 26

ANNUNCIATA ALTRA MISURA CHE AMPLIA IL DECENNALE BLOCCO ECONOMICO VERSO CUBA

 

Il blocco economico, commerciale e finanziario verso Cuba imposto dalla Casa Bianca viene ampliato con una nuova misura sanzionatoria che intende colpire il turismo, fonte principale di ingresso di moneta pregiata per l’isola.

Quando la fantasia non ha limiti. Una nuova misura sanzionatoria verso Cuba che ha lo scopo di ampliare le centinaia di misure che compongono l’oramai storico ed anacronistico blocco economico, commerciale e finanziario che gli Stati Uniti impongono alla isla grande è stata annunciata dall’amministrazione Biden..

L’ultima trovata della Casa Bianca per colpire la principale fonte di ingresso di moneta pregiata all’isola, ovvero il turismo, consiste nel esigere dagli europei e i cubani con doppia nazionalità, che hanno viaggiato a Cuba, la richiesta di un visto d’ingresso per visitare gli  Stati Uniti. 

Secondo le informazioni pubblicate su Cubadebate, di solito i cittadini dell’Unione Europea sono esenti dal visto e hanno bisogno solo di un permesso di ingresso che possono richiedere online sul portale del Sistema Elettronico per l’autorizzazione al Viaggio (ESTA).

In pratica adesso, con l’entrata in vigore di questa nuova disposizione,, se si verifica che un viaggiatore ha visitato un paese designato come Stato Sponsor del Terrorismo, lista illegale dove è stata inserita anche Cuba, il viaggiatore non sarà più idoneo a partecipare al programma di esenzione dal visto e deve richiedere un visto per entrare negli Stati Uniti, ha avvertito il portale dell’Ufficio delle dogane e della protezione delle frontiere degli Stati Uniti.

Recentemente, il Ministero degli Affari Esteri spagnolo ha condiviso informazioni rilevanti sulla misura poco conosciuta. Sul suo sito web si legge che i requisiti sono “applicabili anche per i viaggi effettuati a Cuba e negli Stati Uniti separatamente e in diversi momenti.».

Il Ministero ha riferito che le persone devono richiedere il visto presso il Consolato Generale o la Sezione Consolare dell’Ambasciata degli Stati Uniti del loro luogo di residenza. I turisti provenienti da Spagna, Germania, Francia e Italia fanno parte del più grande flusso di viaggiatori europei che Cuba riceve, secondo i dati più recenti pubblicati da Tourism Analytics.

La misura è dovuta al fatto che Cuba è stata inserita nella lista dei paesiSponsor del Terrorismo dall’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump nel 2021, mentre il governo di Joe Biden l’ha nuovamente inclusa, lo scorso maggio, nella lista nera insieme a paesi come Venezuela, Iran, Corea del Nord e Siria.

Dall’Unione Europea, come era del resto prevedibile, non sono arrivati né commenti o proteste per la misura che colpisce i cittadini europei. Ma non c’è da stupirsi visto la vicinanza, o per meglio dire la sottomissione, che l’Unione Europea ha verso gli Stati Uniti. Ancora una volta i politici europei stanno pensando più agli interessi degli Stati Uniti invece di pensare a quelli della propria popolazione.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.