Luis Manuel Otero Alcantara

DIETRO IL MOVIMENTO SAN ISIDRO A CUBA CI SONO GLI STATI UNITI CHE NE MUOVONO I FILI 

 

Secondo quanto denunciato dal giornalista Umberto Lopez che da alcuni mesi si dedica attraverso le frequenze della televisione cubana a smascherare le trame sovversive di pseudo controrivoluzionari dietro la farsa del Movimento San Isidro ci sarebbero gli Stati Uniti. 

Nel suo servizio giornalistico andato in onda un paio di giorni fa durante il telegiornale della sera trasmesso dalla televisione cubana Lopez con tanto di prove alla mano dimostra senza alcun dubbio. anche se non ce ne era bisogno. che dietro questi controrivoluzionari ci sono i finanziamenti di varie organizzazioni statunitensi.

Secondo il notiziario nazionale piani come lo sciopero della fame, indetto recentemente dal controrivoluzionario Luis Manuel Otero Álcantara, farebbero parte dei metodi di guerra non convenzionali stabiliti nel manuale delle forze armate degli Stati Uniti. Nel suo servizio Alberto Lopez ha mostrato i legami tra Otero e il Capo del Programma Cuba dell’Istituto Nazionale Democratico USA, Karla Velásquez, trasmettendo l’audio che la donna aveva inviato al giovane e in cui gli spiegava i passi da fare nell’organizzare la sua nuova provocazione e l’importanza ricoperta dalle richieste da fare durante lo sciopero della fame.

L’Istituto Nazionale Democratico (NDI) è un’agenzia non governativa degli Stati Uniti che finanzia gruppi di persone affinché eseguano piani sovversivi e destabilizzatori in paesi progressisti, con un’attenzione speciale verso Cuba e Nicaragua. Organizza progetti che nascondono il loro vero obiettivo, tra cui la promozione della buona leadership e la formazione di giovani attivisti.

Come riportato nell’audio, Karla Velásquez ha rivolto richieste precise a Otero relativamente all’organizzazione delle rivolte, messaggi,  che lui ha poi reso pubblici sulla sua bacheca di Facebook, gli ha dettato le linee guida da seguire per registrare i video per i social network, ha coordinato un incontro con lui e ha diretto l’assunzione di un agente dei media per organizzare la campagna sullo sciopero della fame. La tv cubana ha mostrato che le azioni di Otero, dettate non dalla sua spontaneità ma dalle istruzioni fornitegli dall’esterno, non avevano il potere di istigare gli altri, ma erano a loro volta istigate “dai soliti padroni ed è ingenuo credere che si tratti di un legittimo atto di ribellione”.

Lopez aveva già smascherato la buona fede di Luis Manuel Otero Álcantara il 2 aprile scorso  quando aveva mostrato in diretta televisiva il contratto che lega il controrivoluzionario a L’Istituto Nazionale Democratico. Nel contratto si legge che il beneficiario,  Luis Manuel Otero Alcántara, riceve uno stipendio mensile di 1000 dollari dal 2 gennaio 2021  al 4 gennaio 2022 per le sue attività sull’isola. 

Durante il servizio giornalistico della televisione cubana sono stati anche mostrati quali sono i rapporti tra il mercenario Otero Alcántara e Carla Josefina Velázquez, direttrice del Programma di partecipazione dei cittadini del suddetto Istituto, attraverso un audio in cui gli dà istruzioni e afferma senza peli sulla lingua che  “Ti dirigo”. Inoltre è utile ricordare che, secondo quanto affermato dal giornalista nel servizio, al vertice di tale organizzazione ci sia Madeleine Albright, che è stata Segretaria di Stato durante il secondo mandato di Bill Clinton, un periodo di intensa attività contro Cuba, come riportava Prensa Latina.

 

Insomma ancora una volta viene dimostrato come dietro questi spontanei cittadini che vorrebbero una forma diversa di governo a Cuba ci siano invece gli interessi degli Stati Uniti. Interessi che giocano sulla permeabilità di certe dubbie figure al denaro. Infatti la controrivoluzione di cui si avvalgono le organizzazioni di sovversione finanziate con i soldi dei contribuenti statunitensi è molto più sensibile ai bigliettoni verdi che a creare un vero progetto politico alternativo alla rivoluzione cubana, dimostrando infine la pochezza di questi personaggi.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.