Agenzia Sputnik

CHIESTA NEGLI USA LA LIMITAZIONE DEI CONTENUTI INFORMATIVI DI RT E SPUTNIK

 

Alcuni Senatori degli Stati Uniti in una lettera chiedono che vengano ristretti i contenuti trasmessi in lingua spagnola da Russia Today e da Sputnik Mundo sulle piattaforme di Facebook e Twitter.

I Senatori statunitensi Robert Menendez, Tim Kaine e Bill Cassidy in una lettera spedita a Meta, proprietaria di Facebook ed Instagram, ed a Twitter hanno chiesto loro di limitare la pubblicazione di contenuti in spagnolo di Russia Today e Sputnik Mundo  sulle piattaforme di cui sono proprietari.

A tale proposito l’ambasciata russa ad Washington ha risposto che gli Stati Uniti sono infastiditi dall’interesse dell’America Latina per una copertura imparziale di ciò che sta accadendo nel mondo.

“I circoli di governo di Washington sono chiaramente sconvolti perché i cittadini dei paesi della regione optano per Russia Today e Sputnik, che offrono rapidamente contenuti di notizie di alta qualità, e non per i media controllati dagli Stati Uniti”, ha pubblicato l’ambasciata su Telegram.

“Le persone che si iscrivono ai media russi, indipendentemente dalla lingua di trasmissione, possono determinare da sole, senza indicazioni da parte di nessuno, il valore delle informazioni che ricevono”, scrive la delegazione   russa negli Stati Uniti.

“Privarli dell’accesso a un punto di vista alternativo contraddice i principi più elementari della libertà di stampa e l’inammissibilità della censura, difesi in Campidoglio con tanto zelo”, ha concluso l’ambasciata russa nel suo comunicato.

In Europa i mezzi di informazione russa sono già caduti sotto la scure della censura, infatti sono stati chiusi i canali YouTube di Russia Today e di Sputnik. Lo stesso sito di Sputnik Mundo non è più accessibile. Questa censura è stata una delle prime misure prese contro la Russia, evidentemente nel vecchio continente hanno paura delle informazioni che arrivano da fonti riconducibili all’altra parte in guerra.

L’informazione che i cittadini devono ricevere in Europa deve essere solo quella che viene proposta dagli Stati Uniti e da Bruxelles e non deve avere alcun contraddittorio. Per giustificare che noi siamo i buoni ed i russi i cattivi le notizie devono essere a senso unico e non si devono conoscere le altre campane rinunciando al sacro principio della plurarità delle informazioni tanto sbandierato dai nostri regimi liberali. Liberali solo quando gli fa comodo. 

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.