Il dollaro statunitense

LA RUSSIA PAGA REGOLARMENTE LE CEDOLE SULLE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI

Il Ministero delle Finanze ha affermato in una nota che ha pienamente adempiuto ai suoi obblighi riguardo al pagamento delle cedole sulle obbligazioni sovrane russe emesse in dollari smentendo così la notizia di un possibile default.

I fondi per il pagamento delle cedole sui prestiti obbligazionari esteri della Federazione Russa con scadenza nel 2023 e nel 2043, per un importo totale di 117,2 milioni di dollari, sono stati ricevuti dall’agente liquidatore per le obbligazioni europee, la filiale londinese di Citibank, ha affermato il ministero delle Finanze.

Ieri si era diffusa tra gli operatori finanziaria la notizia che la Russia non sarebbe stata in grado di assolvere al pagamento delle cedole di alcune obbligazioni contratte in dollari. La notizia del possibile mancato pagamento delle cedole era poi stata battuta da molte agenzie stampa che ventilavano il possibile default del paese euroasiatico.

La notizia che la Russia fosse potuta andare in default tecnico aveva ovviamente riempito di gioia tutti quelli che sperano. di portare il Cremlino sul lastrico dopo l’applicazione delle sanzioni economiche per la crisi in Ucraina. Ma anche questa volta pare non abbiano fatto i conti con l’oste.

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.