Esercito italiano

COME RIORGANIZZO LE FORZE ARMATE ITALIANE 

 

 Dietro alla querelle sul 2% del Pil destinato alle spese militari si occulta un complessivo disegno di riorganizzazione delle forze armate italiane ed europee, In Parlamento  ci sono proposte di legge ferme che mirano a rafforzare la leva volontaria fino a 11 anni e al contempo potenziare alcune divisioni di elites riducendo il numero complessivo dei militari.

Meno soldati e piu’ investimenti in armi e tecnologie, meno unità ma nuclei operativi super addestrati e attrezzati per intervenire rapidamente nelle aree di guerra.

I capitoli di bilancio futuri dovrebbero vedere in forte calo la spesa di personale a vantaggio dell’addestramento e degli investimenti tecnologici. Cambieranno strutturalmente le voci che compongono la spesa militare e anche in questo caso il faro guida è la Bussola europea.

Nel 2022 l’Italia spende per le armi 26 miliardi di dollari, se arrivassimo al 2% del Pil si passerebbe a 38 mila, ora sappiamo che l’aumento sarà diluito nel tempo anche se saranno proprio produzioni e vendite di armi ad accelerare la dinamica complessiva della spesa militare influenzando la stessa produzione civile e, perchè no, la politica estera

Le spese militari italiane hanno raggiunto il livello piu’ basso nel 2007 quando raggiunsero l’1% circa del Pil, poi con varie oscillazioni hanno ripreso a crescere e lo faranno in misura maggiore nei prossimi anni.

Citiamo il report dell’Osservatorio Milex sul bilancio previsionale dello Stato per il 2022: “Il Bilancio del ministero della Difesa per il 2022 sfiora i 26 miliardi di euro con un aumento di 1,35 miliardi, ma vanno poi aggiunti gli stanziamenti di altri ministeri”.

Dal 2017 la spesa militare italiana ha continuato a crescere soprattutto per l’acquisto di nuovi armamenti: lo stanziamento nel 2022 segna un record storico.

Quindi maggiori spese militari e riorganizzazione delle forze armate come si evince dal documento pluriennale della difesa che annuncia un nuovo modello difensivo italiano per correggere e superare quello degli anni novanta ormai giudicato obsoleto.

Cambieranno le voci del capitolo di bilancio e  le nuove tecnologie, ed armi, la ciber sicurezza, i droni avranno un peso decisamente maggiore del passato aumenteranno le spese militari perchè traineranno l’industria civile secondo il copione già adottato negli Usa. 

 

Fonte: Delegati Lavoratori Indipendenti Pisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.