L’ESERCITO UCRAINO TENTA INUTILMENTE  DI RICONQUISTARE L’ISOLA DEI SERPENTI

 

L’esercito ucraino con l’aiuto dei consiglieri militari statunitensi e britannici hanno tentato per due giorni di riappropriarsi dell’Isola dei Serpenti nel Mar Nero.

“Le forze armate ucraine hanno fatto diversi tentativi di sbarco sull’isola dei serpenti nel Mar Nero nordoccidentale per due giorni, ma hanno subito perdite significative a causa delle azioni delle forze russe,” ha detto il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov.

Il portavoce ha precisato che i tentativi sono stati effettuati a partire dal 7 maggio, su ordine diretto del presidente ucraino Vladimir Zelensky, e che l’operazione è stata pianificata “con la partecipazione diretta dei consiglieri militari statunitensi e britannici”.

Durante l’assalto all’isola , quattro aerei ucraini sono stati abbattuti, tra cui tre Su-24 e un Su-27, tre elicotteri Mi-8 con truppe da sbarco a bordo e un elicottero Mi-24, ha spiegato il portavoce militare russo. 

Inoltre l’esercito russo ha abbattuto29 aeri senza pilota, inclusi otto Bayraktar TB2, quattro dei quali lunedì. La notte del 7 maggio, tre mezzi d’assalto e da sbarco Kentavr sono stati distrutti insieme ai loro equipaggi.

Il tentativo sconsiderato di Zelensky di riappropriarsi dell’isola è fallito ed ha lasciato sul campo oltre 50 militari dell’esercito ucraino morti, 24 dei quali durante il tentativo di sbarco sull’isola.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.