Battaglione Aidar

UCRAINA: I MEMBRI DEL BATTAGLIONE AIDAR SI ARRENDONO 

 

Continuano le defezioni nelle file dell’esercito ucraino: ultimi ad arrendersi ai militari russi sono stati i membri del battaglione d’assalto Aidar alla periferia di Severodonetsk.

I membri del battaglione d’assalto Aidar, coinvolti in abusi contro i civili nel Donbas, hanno smesso di resistere alla periferia di Severodonetsk, ha affermato Rodión Miróshnik, ambasciatore della Repubblica popolare di Lugansk (PLR) a Mosca e si sono arresi.

“È confermato che gli uomini del battaglione Aidar, insieme ai loro capi, si sono arresi a Metiolkino, un sobborgo di Severodonetsk. La pulizia di questa città è stata completata”, ha scritto Miróshnik sul social network Telegram.

Il diplomatico ha inoltre affermato che le trattative con i militari ucraini ancora asserragliati nel complesso chimico Azot di Severodonetsk continuano. Nell’impianto chimico si trovano militari dell’esercito ucraino e almeno 500 civili usati come scudi umani. 

Il battaglione Aidar, uno dei tanti gruppi di volontari nazionalisti emersi nella prima fase del conflitto armato nell’Ucraina orientale nel 2014, ha operato principalmente nel nord della regione di Luhansk. Nel settembre 2014, l’ONG Amnesty International ha denunciato che membri di Aidar “sono stati coinvolti in abusi diffusi, inclusi rapimenti, detenzioni illegali, maltrattamenti, rapine, estorsioni e possibili esecuzioni”.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.