LA MORTE DEL VOLONTARIO CHE STAVA TESTANDO IL VACCINO IN BRASILE E’ STATO UN SUICIDIO.

E’ stato un suicidio la causa della morte in Brasile di un volontario per la sperimentazione del vaccino anti covid della casa farmaceutica cinese Sinovac. Lo riferisce la stampa brasiliana, dopo che l’Agenzia di vigilanza sanitaria (Anvisa) del paese ha sospeso i test a causa di “un evento avverso grave”.

L’Istituto Butantan di Sao Paulo, coinvolto nello sviluppo del vaccino, ha manifestato la sua sorpresa per il provvedimento di Anvisa. Secondo il direttore dell’Istituto, Divas Covas, si tratta di “un decesso non in relazione con il vaccino”, pertanto “non vi è alcun motivo di interrompere lo studio clinico”.

“Anvisa – ha detto Covas in televisione – è stata informata di un decesso, non di un effetto avverso. Sono cose diverse”. “I volontari sono più di 10mila, possono verificarsi delle morti”.

http://www.farodiroma.it/brasile-rientra-il-caso-del-volontario-morto-per-il-vaccino-cinese-sinovac-era-un-suicidio/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.