Continuano gli omicidi selettivi in Colombia

IN COLOMBIA CONTINUANO GLI OMICIDI SELETTIVI DEI MEMBRI DEL PARTITO FARC

Continuano senza sosta gli omicidi selettivi compiuti contro i membri del Partito FARC in Colombia nella consueta indifferenza della comunità internazionale. 

L’ultimo di questa lunga ed infinita  lista che conta oramai 242 membri appartenenti alle FARC uccisi dopo la firma di pace con il governo colombiano è Bryan Steven Montes Alvarez. Il corpo senza vita, su cui sono state rilevate numerose ferite da arma da fuoco, è stato trovato nella zona rurale di Picudo nel dipartimento del Putumayo. 

Come tutti gli altri assassinati dopo la firma dell’accordo di pace tra FARC e governo colombiano anche Bryan Steven Montes Alvarez faceva parte dei firmatari dell’accordo e godeva del programma di reinserimento sociale.

Il presidente della Colombia Ivan Duque invece di preoccuparsi di combattere i continui omicidi selettivi compiuti verso i membri dell’ex Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane ieri ha definito il Presidente Nicolas Maduro come il peggior dittatore del Sud America. Evidentemente per Duque questi sono i veri problemi che la sua amministrazione deve combattere per continuare ad essere fedele agli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.