TRUMP GRAZIA I MILITARI CHE AVEVANO UCCISO CIVILI IN IRAQ MA SI DIMENTICA DI ASSANGE E SNOWDEN

Donald Trump in vena di regali natalizi ha concesso la  grazia a quindici persone e ha commutato in tutto o in parte le condanne di altre cinque.

La lista dei fortunati beneficiari delle attenzioni del presidente statunitense include, tra gli altri, l’ex assistente della campagna elettorale di Trump, George Papadopoulos, che si è dichiarato colpevole di aver rilasciato false dichiarazioni agli agenti dell’Fbi sull’ingerenza russa nelle presidenziali del 2016. gli ex membri del Congresso degli Stati Uniti Duncan Hunter e Chris Collins, e i quattro ex contractors della società di sicurezza Blackwater Worldwide, condannati per aver ucciso 14 civili iracheni mentre lavoravano come appaltatori nel 2007 in Iraq.

Tra i graziati da Trump figura anche l’avvocato olandese Alex van der Zwaan, condannato a 30 giorni di carcere e a pagare una multa di 20.000 dollari per aver mentito agli investigatori del procuratore speciale Robert Mueller sui suoi contatti con i membri della campagna elettorale di Trump. Inoltre, è stato riferito che Trump avrebbe considerato l’idea di concedere dei condoni preventivi ai membri della sua famiglia.

Nei giorni scorsi si era vociferato che tra i beneficiari dei regali natalizi di fine legislatura di Donald Trump potessero figurare anche il fondatore di WikiLeaks Julian Assange e l’ex membro del Congresso della CIA e della National Security Agency Edward Snowden. Tuttavia nessuno dei due ha beneficiato della generosità del presidente. evidentemente i regali spettavano solo ai membri del suo staff ed ai militari statunitensi rei di aver ucciso innocenti civili durante la guerra in Iraq.

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.