Evo Morales

ANCHE IL REGNO UNITO DIETRO IL COLPO DI STATO IN BOLIVIA PER IL LITIO?  

Anche il Regno Unito sarebbe dietro al colpo di stato inBolivia che nell’ottobre 2019 portò alla presidenza Jeanine Anez e all’esilio di Evo Morales dopo aver vinto le elezioni. Alcuni documenti dimostrerebbero che il governo di Sua Maestà era interessato al litio boliviano.

Il mezzo di informazione britannico Declassified UK ha ottenuto dei documenti dal Ministero degli Affari Esteri che dimostrerebbero piuttosto chiaramente come il governo del Regno Unito fosse interessato al colpo di stato in Bolivia che gli avrebbe dato la possibilità di mettere le mani sul prezioso minerale di cui la Bolivia è ricchissima.

Come è noto il litio è il componente base per la produzione di batterie per auto elettriche, cellulari e altro ancora. La Bolivia è il secondo paese al mondo per riserve di litio quindi poter accedere al prezioso minerale diventa di importanza strategica per l’industria delle batterie. Il Regno Unito intende avere un’industria per la produzione di batterie indipendente che produrrebbe un giro di affari di oltre 2,7 miliardi di Sterline. Per sviluppare il settore sono stati investiti nel 2019 dallo stato 23 milioni di Sterline..

dai documenti in possesso di Declassified UK risulta che il Ministero degli Esteri britannico sembra aver pagato una società con sede a Oxford per ottimizzare lo sfruttamento dei depositi di litio della Bolivia un mese dopo il colpo di Stato del 2019.

L’ambasciata del Regno Unito ha agito come un “partner strategico” del regime istaurato dopo il colpo di Stato, ha organizzato un evento minerario internazionale in Bolivia quattro mesi dopo il rovesciamento di Evo Morales. Questo evento fu favorito da una compagnia britannica fondata da un veterano dell’esercito di quel paese, la Watchman UK .

Watchman UK è una società di gestione del rischio creata nel 2016 da Christopher Goodwin-Hudson, un veterano dell’esercito britannico che è stato in seguito direttore esecutivo della sicurezza globale presso la banca d’investimento Goldman Sachs. Questa azienda aveva il ruolo di operare in Bolivia per aprire strade ai minatori. 

Inoltre l’ambasciata del Regno Unito ha fornito i dati che hanno permesso di redarre il rapporto in cui venivano ipotizzati brogli elettorali che è stato poi usato per giustificare il colpo di stato. Nel marzo 2019, otto mesi prima del colpo di stato, la stessa ambasciata del Regno Unito aveva portato in Bolivia una società di  sicurezza informatica con stretti legami con la CIA che potrebbe dimostrare il ruolo britannico nel colpo di stato. 

Il litio boliviano faceva gola a molti, nel luglio 2020  Elon Musk, Direttore Esecutivo di Tesla in un twitter , aveva elogiato il colpo di stato contro Evo Morales scrivendo che avrebbero fatto colpi di stato contro chiunque per accaparrarsi il litio. Quindi non c’è da stupirsi se anche il Regno Unito abbia contribuito nella realizzazione del progetto sovversivo contro Evo Norales.

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.