Duverney Moreno Camargo,

COLOMBIA: DETENUTO SI CUCE LA BOCCA PER PROTESTARE CONTRO LE CONDIZIONI CARCERARIE 

 

In Colombia, nel carcere della città di Villavicencio nel dipartimento di Meta, per protestare contro la difficile situazione carcerarie il detenuto Duverney Moreno Camargo ha deciso di cucirsi le labbra e iniziare uno sciopero della fame e della sete.

Duverney Moreno Camargo, detenuto nel penitenziario di Villavicencio, in Colombia nel dipartimento del Meta, per denunciare l’arbitrarietà della sua detenzione, l’assenza dello Stato, le condizioni carcerarie e la mancanza del rispetto dei diritti dei detenuti ha deciso due giorni fa di iniziare uno sciopero della fame e della sete e per questo si è cucito le labbra. 

A questo proposito, Mireya Beltrán, , difensore dei diritti umani di una organizzazione internazionale anticorruzione e portavoce di alcuni detenuti, tra cui Duverney, da noi contattata, ci ha detto che  chiede garanzie per Duverney Moreno Camargo e altri detenuti del penitenziario di Villavicencio, chiede che non siano sottoposti a trattamenti crudeli e degradanti che violano i diritti umani e gli accordi internazionali. 

Le condizioni di detenzione dei detenuti del carcere della città di Villavicencio sono molto precarie: all’inizio della pandemia oltre 800 persone tra le quali detenuti, carcerieri, funzionari e famigliari dei detenuti sono risultati positivi al corona virus. Il sovraffollamento del carcere non ha permesso di attuare il distanziamento sociale necessario per evitare la diffusione del virus. Inoltre la mancanza di ogni forma di protezione di base ha accentuato le difficoltà nel penitenziario.

Lo stato è assente e non si preoccupa delle condizioni dei detenuti e per questo Duverney Moreno Camargo ha deciso di metter in atto la sua protesta che speriamo possa portare all’attenzione della comunità internazionale le precarie condizioni in cui i detenuti vivono nelle carceri colombiane spesso detenuti per motivi politici.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.