I Talebani afgani

KABUL COME SAIGON: GLI ELICOTTERI EVACUANO I DIPLOMATICI STATUNITENSI 

I Talebani sarebbero entrati nella capitale afgana Kabul secondo quanto riportato da Sputnik. Dopo l’ingresso dei miliziani islamisti nella Capitale, gli Stati Uniti hanno evacuato i diplomatici dalla loro ambasciata in elicottero, lo riferisce  Reuters citando una fonte del ministero degli Interni. 

Si ripete quindi quanto visto nel 1975 quando in fretta e furia gli Stati Uniti abbandonarono la capitale del Vietnam Saigon. Gli elicotteri anche in quella occasione furono usati per trasferire i diplomatici statunitensi ancora nell’ambasciata all’aeroporto: 46 anni dopo la scena si ripete nonostante che alcuni giorni fa il Presidente statunitense Joe Biden lo escludesse. 

Secondo fonti citate dal canale Al Arabiya i Talebani sono entrati nella capitale Kabul senza apparenti difficoltà. Il ministro dell’Interno ad Interim, Abdul Sattar Mirzakwal, ha annunciato che il potere sarà trasferito ad un governo di transizione ed il Presidente dell’Afganistan potrebbe quindi lasciare il potere.

Il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid ha dichiarato che sono in corso colloqui con il governo per una resa pacifica di Kabul. Il portavoce ha aggiunto che il gruppo non intende vendicarsi di nessuno e afferma che tutti coloro che hanno servito il governo e i militari saranno perdonati.

Alcuni scontri tra l’esercito afghano e i Talebani si sono verificati nella periferia sud e nord della città. Le forze islamiste controllano il 100% dei confini ed hanno lasciato soltanto l’aeroporto di Kabul come unica via d’uscita dal Paese. 

I Talebani hanno affermato di aver preso il controllo della base statunitense di Bagram, la più grande base militare presente sul territorio afgano. La base era stata abbandonato dalle truppe degli Stati Uniti il 5 luglio scorso. 

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.