La costruzione del gasdotto Nord Stream 2

IL GASDOTTO NORD STREAM 2 CHE COLLEGHERA’ RUSSIA E GERMANIA E’ COMPLETATO AL 99 PER CENTO

 

Il gasdotto Nord Stream 2 che collegherà la Russia con la Germania tra alcune settimane sarà completato secondo quanto affermato dal direttore del Dipartimento per la cooperazione economica del ministero degli Esteri russo, Dmitry Birichevsky.

Con il nuovo gasdotto il gas prodotto in Russia arriverà direttamente in Germania e sarà quindi a disposizione di tutti i paesi dell’Unione Europea. “Il progetto sarà completato a breve. Mancano solo poche settimane al completamento fisico della costruzione”, ha affermato Birichevsky.

Il Presidente della Russia Vladimir Putin aveva affermato che il progetto del gasdotto è ormai quasi completato, infatti mancano solo 15 chilometri di tubi perché il suo completamento sia definitivo. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che il nuovo gasdotto, capace di trasportare oltre 500 milioni di metri cubi di gas all’anno, “rafforzerà la sicurezza energetica dell’Unione Europea per i decenni a venire”.

La costruzione del gasdotto Nord Stream 2 è stata osteggiata dagli Stati Uniti che nel corso della sua costruzione hanno emesso numerose sanzioni contro le imprese che lo stavano costruendo. Secondo le amministrazioni statunitensi che si sono avvicendate nel periodo della sua costruzione questo gasdotto avvicinerebbe pericolosamente l’Unione Europea alla Russia rendendo il vecchio continente troppo dipendente dal gas russo. Oltre agli aspetti geopolitici che ovviamente preoccupano gli Stati Uniti dietro le sanzioni che avevano l’obiettivo di ingessare la costruzione del gasdotto ci sono anche aspetti economici. Infatti gli Stati Uniti volevano che l’Europa aumentasse gli acquisti di gas liquefatto dalle imprese di oltre oceano. 

I benefici che l’Unione Europea avrà dalla costruzione del gasdotto Nord Stream 2 sono soprattutto economici dato che il gas russo è di gran lunga meno costoso di quello liquefatto statunitense che per arrivare sul vecchio continente deve essere obbligatoriamente trasportato per via marittima. 

Il progetto Nord Stream 2, completato al 99%, prevede la costruzione di un doppio gasdotto offshore di 745 miglia, per fornire fino a oltre 500 milioni di metri cubi di gas all’anno dalla Russia direttamente alla Germania. Gli Stati Uniti, l’Ucraina e diversi stati dell’Europa orientale hanno invitato l’UE ad abbandonare il progetto, esprimendo preoccupazione per l’eccessiva dipendenza dell’Unione da Mosca.

Washington, come detto, si è sempre opposta alla costruzione del gasdotto e ha sanzionato diverse entità legate al Nord Stream 2. La Russia, a sua volta, ha insistito sul fatto che Nord Stream 2 è un progetto interamente commerciale, esortando i critici a smettere di politicizzarlo.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.