Evo Morales

EVO MORALES: “I MEZZI DI INFORMAZIONE CHE RISPONDONO AL CAPITALISMO SONO PEGGIORI DELLA BOMBA ATOMICA”

 

L’ex Presidente della Bolivia ha definito in un’intervista che i mezzi di informazione che rispondono al capitalismo sono peggiori della bomba atomica, riferendosi alle recenti censure ai mezzi di informazione russa.In un’intervista a RT l’ex presidente della Bolivia Evo Morales ha affermato questo giovedì che “i media che rispondono all’imperialismo e al capitalismo sono peggio della bomba atomica”, riferendosi alla stampa occidentale.

Allo stesso modo, Morales ha criticato “l’enorme contraddizione” tra Europa e Stati Uniti sulla libertà di espressione, dopo che sono state imposte misure per limitare la trasmissione di RT e altri media russi attraverso diversi canali, in risposta all’inizio della guerra in Ucraina.

“L’Europa difende presumibilmente la libertà di espressione, la democrazia e ora vediamo che piuttosto limita la libertà di espressione”, ha affermato l’ex presidente, aggiungendo che il rispetto di questo principio deve essere generale e “non limitare la diffusione di qualsiasi comunicazione mediatica”.

Inoltre, ha affermato che questo tipo di misure coercitive vengono prese “quando le persone sono informate della verità”.

L’ex presidente ha anche sottolineato i doppi standard degli Stati Uniti, dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e dell’Unione Europea (UE) nelle loro accuse di interventismo contro la Russia.

“La Nato e gli Usa provocano permanentemente i paesi per estrarre le loro risorse naturali dal mondo. Gli interventisti sono gli Usa con la NATO”, ha commentato Morales, ricordando le guerre scatenate negli ultimi anni in Libia, Iraq e Afghanistan.

“Dichiarare che la Russia è l’invasore è totalmente sbagliato”, ha affermato l’intervistato, che ha ritenuto che la NATO abbia cercato di accerchiare il territorio russo negli ultimi anni.

“Sono molto preoccupato ed esprimo la mia condanna che gli sforzi diplomatici (si siano) convertiti in azioni politiche. La vecchia Europa deve abbandonare il modello colonialista, golpista, interventista, e deve finire”, ha detto.(RT)

Le affermazioni di Evo Morales sono forti ma non del tutto sbagliate. Se poi arrivano da una persona che ha subito una persecuzione mediatica senza precedenti durante i momenti successivi alla sua ultima elezione conclusa con il golpe di Jeanine Anez si possono ben comprendere.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.