Il presidente della Colombia Ivan Duque

VIOLENZA SENZA FINE IN COLOMBIA: UCCISE TRE PERSONE IN DUE GIORNI 

 

La mattanza dei leader sociali in Colombia sembra non avere fine: ucciso il 36esimo leader sociale nel corso del 2022. L’omicidio è avvenuto nel comune di Barranco de Loba, situato nel dipartimento di Bolívar Nord mentre due minori hanno perso la vita due giorni fa.

L’Istituto di Studi per lo Sviluppo e la Pace (Indepaz) ha denunciato lunedì l’omicidio di un altro leader sociale in Colombia, il nuovo atto è stato perpetrato nel comune di Barranco de Loba, situato nel dipartimento di Bolívar (nord). Il numero dei leader sociali caduti sotto i colpi delle bande militari in Colombia sale nel corso di questo anno a 36 nella solita indifferenza della comunità internazionale.

Secondo quanto riferito da Indepaz, la vittima si chiamava Eduardo Emilio Vanegas Mendoza ed è stato presidente della Giunta di Azione Comunale Mineraria della zona di Pueblito Mejía, situata nel sud di Bolivar. Sempre secondo quanto riporta l’Istituto di Studi per lo Sviluppo e la Pace Eduardo Emilio Vanegas Mendoza era stato costretto ad abbandonare la sua casa risultando uno dei tanti colombiani che per pressioni ricevute da parte delle gang militari che imperversano nelle zone rurali della Colombia viene classificato tra le persone sfollate. L’omicidio è avvenuto nella mattina di ieri alle 6 quando assieme ad altre due persone è stato affrontato da due uomini su una motocicletta che hanno aperto il fuoco. Il leader sociale è morto appena arrivato in ospedale mentre le altre due persone sono rimaste ferite.

L’ufficio del mediatore di pace aveva emesso un’allerta per i comuni di Altos de Rosario, Barrancos de Loba, Norosí e Tiquisio nel dipartimento di Bolívar, a causa delle continue scorribande dei gruppi armati irregolari contro i membri dei comitati di azione comunitaria e delle organizzazioni minerarie. Ma nessuno ha fatto nulla per proteggere le popolazioni locali.

Il bilancio degli omicidi in Colombia è drammatico e nulla sembra in grado di fermarlo. Indepaz sottolinea che nel corso del 2022 la Colombia ha registrato 36 leader sociali uccisi e dalla firma dell’Accordo di Pace sono ben, 1.322 i  leader che sono stati uccisi.

Solo due giorni fa il senatore della Colombia Feliciano Valencia aveva denunciato l’assassinio di due minori nel comune di Caldono, situato nel dipartimento del Cauca. Secondo il parlamentare Valencia, l’omicidio è stato perpetrato nella zona conosciuta come La Cucharita, “le vittime sono state identificate come Jhon Edwin Bomba Chate e Jenifer Liseth Campo Campo”.

La violenza nel paese sud americano si è intensificata alla vigilia delle elezioni parlamentari che si terranno il 13 marzo, dove i sondaggi danno come favorita l’opposizione guidata dalla coalizione del Patto Storico.

Indepaz mette in guardia anche sulla situazione umanitaria nei territori dei vari dipartimenti del paese, poiché in meno di tre mesi dall’inizio dell’anno sono stati realizzati 20 massacri.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.