Il laboratorio di virologia di Wuhan

CHI CONTROLLA I LABORATORI CHIMICI DEGLI STATI UNITI PRESENTI IN UCRAINA? BOMBA BIOLOGICA PRONTA AD ESPLODERE 

 

La narrativa occidentale. specializzata nel creare paure nella popolazione, ha dipinto il rischio nucleare derivante da un attentato ad una centrale nucleare in Ucraina come la possibile catastrofe ma ha dimenticato che nel paese centroeuropeo ci sono vari laboratori segreti dove si fanno esperimenti per fabbricare armi biologiche di cui non sappiamo più nulla.

In Ucraina si trovano almeno sette laboratori chimici, simili a quello cinese di Wuhan finanziati dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti dove si fanno esperimenti sui virus per lo sviluppo di armi biologiche che non sappiamo se sono ancora controllati dallo stato ucraino o, nel migliore dei casi, non ne sappiamo più nulla. 

E’ utile ricordare, a tale proposito, che gli Stati Uniti hanno letteralmente creato una cintura formata da alcune centinaia di laboratori dislocati attorno alla Russia ed alla Cina da ovest, nei paesi baltici, ad est, nel sud est asiatico dove si fanno esperimenti come quelli che si svolgevano in Cina a Wuhan. Gli esperimenti in questione, definiti tecnicamente esperimenti sul guadagno di funzione, hanno lo scopo di sviluppare virus che possono essere trasmessi direttamente all’uomo senza passare da un altro animale intermedio. 

In pratica viene usato un virus animale, spesso proveniente dai pipistrelli, che attraverso varie procedure viene trasformato e reso trasmissibile da  uomo a uomo. La tecnica del guadagno di funzione è vietata in Europa e negli Stati Uniti, ecco perché questi laboratori vengono creati in nazioni extra europee dove le legislazioni in questo settore sono più permissive. In Ucraina ci sarebbero almeno sette laboratori dove si fanno tali esperimenti ovviamente finanziati dagli Stati Uniti perché a casa loro, dal 2014, tali esperimenti sono vietati.

Le domande che ci poniamo noi è sapere se in questi laboratori si stanno ancora facendo esperimenti biologici, chi li controlla e se i virus presenti sono stati distrutti o messi al sicuro. La domanda non è così insignificante perché la fuga accidentale o volontaria di uno di questi virus potrebbe scatenare una nuova e più pericolosa pandemia.

Queste domande se le sono poste anche le autorità russe. Infatti la Russia sta esortando gli Stati Uniti a chiarire quale attività si stava svolgendo nei biolaboratori situati in Ucraina finanziati dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha detto mercoledì la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Zakharova ha escluso “qualsiasi uso pacifico nei programmi biologici in Ucraina”, ha aggiunto. Inoltre, la portavoce chiede di sapere se i materiali prodotti in quelle strutture fossero stati effettivamente distrutti. “Non sono caduti nelle mani degli estremisti, dei nazionalisti? Chi darà queste garanzie?” ha chiesto.

Domenica, il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha detto che i laboratori ucraini vicino al territorio russo avevano sviluppato componenti di armi biologiche. Ha osservato che subito dopo l’inizio dell’operazione militare russa in Ucraina Kiev avrebbe distrutto frettolosamente le prove di un programma di armi biologiche finanziato dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Martedì, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha detto che la Cina ha chiesto agli Stati Uniti di rivelare dettagli sui laboratori biologici sul territorio ucraino. Ha osservato che Pechino vuole che le informazioni sui tipi di virus presenti e che le indagini condotte da tali entità siano rese pubbliche.

Da parte loro le autorità statunitensi, chiamate in causa, hanno ovviamente negato tutto ed hanno affermato che nei laboratori non si stavano facendo affatto esperimenti per realizzare armi biologiche. Come non credergli dopo quanto è avvenuto più di due anni fa a Wuhan.  

Insomma una bomba biologica potrebbe esplodere in Ucraina senza che noi ne sappiamo nulla. Credete voi che le autorità ucraine, sotto indicazione degli Stati Uniti, abbiano distrutto tutti i programmi biologici che stavano portando avanti nei laboratori? Io no.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.