Un parco naturale

TAGLIARE ALBERI PER FARE UNA BASE MILITARE IN UN PARCO? CI PENSA DRAGHI COL PD

 

La sottosegretaria alla difesa Pucciarelli (Lega) ha confermato oggi l’intenzione del governo Draghi di realizzare una base militare a Coltano (Pisa) dentro il Parco di Migliarino San Rossore a Massaciuccoli.

Si tratta di uno scempio ambientale in un’area di altissimo valore naturalistico e paesaggistico. Si realizzerà una base militare usando i soldi del PNRR.

Draghi ha utilizzato un DPCM per aggirare tutti i vincoli e le norme ambientali per questa operazione vergognosa.

Parliamo di un intervento di 440.000 metri cubi su 70 ettari con il taglio di alberi e un’evidente devastazione ambientale. Il tutto per un’operazione che appare una marchetta ai militari che godranno di villette a schiera in un parco della tenuta presidenziale. 

Il progetto è diventato di dominio pubblico grazie al nostro consigliere Ciccio Auletta e ai nostri compagni di Una Città in Comune  e Rifondazione Comunista Federazione di Pisa.

Ora si sveglia dal complice silenzio anche il PD che si dichiara contrario al progetto, ma è in realtà è complice e corresponsabile visto che il decreto è firmato da Draghi e dal ministro della “difesa” Guerini (PD). In realtà il PD propone compensazioni e mitigazioni per mettere una pezza a colori su uno scempio che va respinto in toto. Denunciamo con indignazione che il PD, che governa la Regione, si è ben guardato dall’informare la cittadinanza e coinvolgere enti e associazioni del territorio. Un comportamento gravissimo che evidenzia quanto ipocrita sia questa classe dirigente che con i valori della sinistra non ha nulla da spartire.

D’altronde Enrico Letta è corresponsabile della decisione di aumentare le spese militari e della deriva guerrafondaia del nostro paese.

Il PNRR doveva avere come obiettivi prioritari la sanità e l’ambiente, invece si taglia la spesa sanitaria e si investe in armamenti e nuove basi distruggendo preziosi ecosistemi.

A Pisa c’è già la base di Camp Darby, in corso di ampliamento, che è la più grande polveriera USA al di fuori del territorio degli Stati Uniti. E’ davvero vergognoso che ora si attacchi anche l’area della tenuta presidenziale che il Presidente della Repubblica Sandro Pertini volle che fosse aperta ai cittadini. 

Noi continuiamo a pensarla come il presidente partigiano: ” si svuotino gli arsenali, si riempiano i granai”. Il contrario di quello che fa questo governo al servizio della NATO e della lobby dell’industria bellica.

 

Maurizio Acerbo – Segretario Nazionale Partito della Rifondazione Comunista S.E.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.