PER JOE BIDEN IN UCRAINA SI STA CONSUMANDO UN GENOCIDIO MA LE AGENZIE USA NON LO APPOGGIANO 

 

Il Presidente degli Stati Uniti aveva definito nei giorni scorsi l’intervento armato  russo in Ucraina come un genocidio ma le agenzie di intelligence statunitensi non approvano tale definizione.

Martedì, Biden ha accusato il suo omologo russo, Vladimir Putin, di essere un “dittatore” e ha descritto l’operazione militare da lui ordinata il 24 febbraio in territorio ucraino come un “genocidio”.

Ma le parole espresse dal presidente non trovano conferma tra i membri delle agenzie di intelligence degli Stati Uniti che probabilmente le trovano eccessive. Infatti secondo alti funzionari statunitensi, la dichiarazione del presidente degli Stati Uniti su un “genocidio” della Russia in Ucraina, finora, non è stata approvata dalle agenzie di intelligence del paese, ha riferito sabato la rete televisiva NBC News.

“Il genocidio include l’obiettivo di distruggere un gruppo etnico o una nazione, e finora non è quello che stiamo vedendo”, ha detto uno dei funzionari.

Il Dipartimento di Stato, che ha il compito di prendere decisioni formali su genocidio e crimini di guerra attraverso un processo legale indipendente, ha affermato che la dichiarazione apparentemente improvvisata di Biden martedì durante un discorso di politica interna nella città di Menlo, nello stato dell’Iowa, ha reso difficile affinché l’Intelligence faccia il suo lavoro in modo credibile.

Ancora una volta Joe Biden apre la bocca e lascia andare. Già in precedenza aveva definito Vladimir Putin come un macellaio, dichiarazione questa che aveva giustamente irritato non poco le autorità russe. Occorrerebbe capire se il Presidente statunitense apre davvero la bocca senza pensare o se queste dichiarazioni hanno lo scopo di distrarre l’opinione pubblica dalle conseguenze che le sanzioni applicate dagli Stati Uniti alla Russia hanno sulla popolazione del suo paese, inflazione per prima.

Non è la prima volta che il presidente degli Stati Uniti esprime opinioni così personali contro la Russia.  Questo, mentre il suo governo, nonostante abbia accusato il presidente russo di presunti crimini di guerra, fino ad ora non aveva definito “genocidio” le sue azioni in Ucraina, termine che ha usato il presidente ucraino, Volodímir Zelensky. Forse ha preso spunto da quanto detto dal suo amico e protetto ucraino.

Secondo il quotidiano ufficiale cinese Global Times, citato da Hispan TV,, Biden ha usato il termine “genocidio” riguardo alle misure della Russia in Ucraina per distogliere l’opinione pubblica dalla crisi economica nel paese nordamericano e “salvare i suoi indici di approvazione e la carriera politica”.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.