Joseph Borrell

BORRELL: I PAESI EUROPEI FINANZIERANNO CON I SOLDI DEI LORO BILANCI  LE ARMI INVIATE IN UCRAINA 

 

L’alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrell, ha affermato che lo sforzo dell’Unione Europea nel fornire armi all’Ucraina continuerà ed ha spiegato i motivi di questa scelta.

Tanto per far capire a chi non ha ancora inteso bene quali siano le intenzioni della Nato riguardo al conflitto in atto il rappresentante della diplomazia europea ha confermato che il blocco europeo continuerà ad inviare armi al governo di Zelensky senza sosta. 

Secondo le sue parole, i paesi europei hanno deciso di utilizzare i loro budget per finanziare l’armamento destinato a Kyiv.  “Ora li forniscono tutti. Ho parlato con il ministro della Difesa tedesco e mi ha assicurato che forniranno le armi il prima possibile”, ha detto Borrell a La Repubblica.

Quindi anche il nostro governo userà i soldi dei contribuenti italiani per finanziare questa guerra che secondo i sondaggi per la maggior parte dei nostri connazionali andrebbe cessata immediatamente. Inoltre oltre il 50 per cento degli italiani è contrario all’invio di armi in Ucraina ma al governo dei migliori sembra proprio non importare un fico secco. L’importante è essere fedeli all’alleanza atlantica ed a quanto gli Stati Uniti decidono per noi.

Josep Borrell ha specificato gli obiettivi perseguiti dall’Unione Europea quando si tratta di fornire aiuti militari all’Ucraina, ribadendo che il blocco continuerà a “sostenere Kiev”.

“Il nostro obiettivo è impedire a Mosca di prendere il controllo del Paese, occupare la capitale, cambiare il governo e imporre il suo governo. Intendiamo spingere l’aggressore verso i confini”, ha affermato il funzionario.

Ha però dimenticato di ricordare che così facendo la guerra non avrà mai fine. In fondo non ha fatto altro che confermare la strategia imposta dagli Stati Uniti a questo conflitto ovvero trascinarlo all’infinito sacrificando, per questo. migliaia di ucraini mandati al macello dal loro irresponsabile ma dipinto come il nuovo Che Guevara dai nostri mezzi di informazione Zelensky che sicuramente gode già di una residenza dorata magari a Londra o New York.

A quindi aggiunto candidamente che “Vogliamo solo che gli ucraini siano in grado di difendersi. E vorremmo venire al tavolo delle trattative. Ma quello che ha detto Putin al cancelliere austriaco è molto chiaro: non vuole fermare la guerra. Quindi aiutiamo l’Ucraina . Cos’altro possiamo fare?” ?”.

In commenti separati al quotidiano belga Le Soir, Borrell ha affermato che la fornitura totale di armi all’Ucraina da parte di tutti i paesi dell’UE supera 1,5 miliardi di euro.

Soldi che vanno nelle tasche delle industrie belliche e che vengono sottratti alla sanità, agli aiuti ai più bisognosi, ma poco importa quando in gioco c’è la tutela dell’egemonia statunitense nel mondo. Ma quando ci accorgeremo davvero che ci stanno prendendo in giro ogni giorno che passa. 

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.