Un computer

LA RUSSIA RESTRINGE LE ESPORTAZIONI DI GAS NOBILI NECESSARI ALL’INDUSTRIA DEI MICROCHIP 

 

Il Ministero dell’Industria e del Commercio russo ha annunciato che limiterà l’esportazioni di gas nobili necessari per la produzione di microchip ai paese considerati ostili.

La decisione di limitare l’esportazione di gas nobili, neon, elio, argon ed altri, necessari per la produzione di microchip rafforzerà la posizione di leader nel mercato mondiale di questi importanti gas della Russia. ha riferito  il  Ministero dell’Industria e del Commercio russo. Questa misura, approvata a fine maggio, resterà in vigore fino a fine anno.

Il viceministro Vasili Shpak ha sottolineato  che i gas nobili sono necessari per la produzione di semiconduttori, settore ormai in crisi.  Secondo Shpak la restrizione all’esportazione “consentirà a quelle catene che ora sono state danneggiate di formarsi in un modo nuovo e di costruirne di nuove, di integrarci in esse basate sulle nostre regole”.

La decisione di Mosca mira a contrastare le sanzioni economiche imposte dall’Unione Europea, tra le quali spicca il divieto di importare microchip e altri prodotti tecnologici.  Gli esperti prevedono che questa restrizione all’esportazione di gas nobili potrebbe essere sfavorevole per il blocco europeo, e in particolare per le sue grandi società di microelettronica, a causa dell’attuale carenza globale di chip.

La Russia produce il 30 per cento di neon a livello mondiale mentre l’Ucraina aveva una produzione di circa il 45 per cento. Adesso la produzione nelle fabbriche ucraine di Odessa e Mariupol è sospesa a causa della guerra. Si preannuncia una grave carenza di microchip a livello mondiale.

Il Ministero dell’Industria e del Commercio non ha ancora chiarito chi avrà accesso a questi indispensabili gas ma è presumibile che i paesi considerati ostili alla Russia saranno tagliati fuori dalle forniture.

La guerra delle sanzioni continua e appare sempre più evidente che i primi a subirne le conseguenze sono i paesi che le applicano e non la Russia che le subisce.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.