Armi missili

L’ESERCITO UCRAINO BOMBARDA UN OSPEDALE MATERNO A DONETSK 

 

L’esercito ucraino ha bombardato un ospedale materno a Donetsk e secondo l’ONU potrebbe essere considerato una chiara violazione del diritto umanitario internazionale.

Nella giornata di ieri l’artiglieria dell’esercito ucraino tra le varie strutture civili bombardate ha colpito anche un ospedale materno dove erano ospitate gestanti e bambini appena nati. Secondo quanto affermato da Stéphane Dujarric, portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite, l’attacco potrebbe essere considerato una chiara violazione del diritto umanitario internazionale.

“Abbiamo visto i resoconti dei media sull’ospedale di maternità di Donetsk. Questo è molto preoccupante”, ha detto il portavoce.  “Qualsiasi attacco alle infrastrutture civili, in particolare alle strutture mediche, è una chiara violazione del diritto internazionale”, ha aggiunto.

Ieri le forze armate ucraine hanno attaccato un ospedale materno a Donetsk.  Le donne ricoverate e il personale ospedaliero sono riusciti a nascondersi nel seminterrato, ma diversi medici hanno scelto di non raggiunger i rifugi e restare a monitorare i bambini prematuri nelle incubatrici che non potevano essere evacuati. Fortunatamente l’attacco non ha procurato feriti ma la paura deve essere stata molta tra le donne ricoverate ed il personale medico presente nei reparti.

Nella giornata di ieri la città di Donetsk è stata sottoposta ad un vero e proprio attacco da parte dell’esercito ucraino e il bombardamento dell’edificio che ospita l’ospedale materno è solo uno dei molti obiettivi civili che sono stati bombardati dall’artiglieria

Negli attacchi di ieri hanno perso la vita 5 persone, tra cui una bambina di 11 anni, e 33 sono risultate ferite.  Sono stati colpiti diversi condomini, un ospedale, un ospedale materno, vari  negozi, una stazione del servizio dei trasporti e varie uffici.

Nei bombardamenti di ieri sono stati lanciati  quasi 300 razzi MLRS  da sistemi di lancio multiplo e proiettili di artiglieria, secondo fonti cittadine i bombardamenti di ieri sono i più intensi registrati a Donetsk dall’inizio della guerra. 

I bombardamenti sono stati effettuati con il sistema di lanciarazzi multiplo BM-21 Grad, nonché con proiettili di artiglieria di calibro 122 mm e 155 mm.  Questi ultimi appartengono agli standard delle armi usate dalla NATO.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo,info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.