Centrale nucleare di Zaporiyia

DRONI UCRAINI ATTACCANO UN EDIFICIO NEI PRESSI DELLA CENTRALE NUCLEARE DI ZAPORIYIA

 

Droni ucraini hanno lanciato due proiettili nelle prime ore di questa notte contro un edificio vicino alla centrale nucleare ucraina di Zaporiyia, la più grande d’Europa.

Alcuni droni ucraini in volo nelle immediate vicinanze della centrale ucraina di Zaporiyia, la più grande d’Europa, hanno sparato questa notte due proiettili che hanno colpito un edificio vicino alla centrale, ha riferito un portavoce dell’amministrazione della città di Energodar, la città in cui si trova l’impianto.

“Alle 00:26 di oggi [GMT+3], due droni d’attacco delle forze armate ucraine hanno sparato due proiettili da 120 mm su un edificio situato nelle vicinanze della centrale nucleare di Zaporiyia. Il tetto ed i vetri [dell’edificio] sono stati danneggiati. Non ci sono state vittime”, ha detto il portavoce.

Le forze russe hanno preso sotto il loro controllo due delle cinque centrali nucleari situate sul territorio ucraino: Chernobyl, disattivata,, teatro del più grave incidente nucleare della storia avvenuto il 26 aprile 1986, e quella di Zaporiyia, in servizio, la più grande d’Europa. Il 2 aprile, la Russia ha confermato all’AIEA che le sue forze si sono ritirate dall’impianto di Chernobyl e che hanno trasferito il controllo dell’impianto al personale ucraino.

La centrale nucleare di Zaporiyia ha sei reattori ad acqua pressurizzata del modello VVER-1000 e ha una capacità totale di 6000 MW. Le prime quattro unità di generazione hanno iniziato a lavorare nel periodo compreso tra il 1984 ed il 1987, la quinta, nel 1989, e la sesta, nel 1995.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.