Rublo

ADDIO AL DOLLARO NELLE TRANSAZIONI PER LE FORNITURE DI GAS TRA RUSSIA E CINA 

 

La politica di dedollarizzazione delle economie russa e cinese compie un altro importante passo avanti: Gazprom e China National Petroleum Corporation rinunceranno al Dollaro per pagare il gas.

La compagnia di gas russa Gazprom e la società statale cinese China National Petroleum Corporation hanno concordato martedì di rinunciare ai dollari per pagare il gas fornito attraverso il gasdotto Siberia Power ed useranno per le loro transazioni  il rublo e lo yuan.

Gazprom ha riferito che il capo della società Alexéi Miller e il presidente del consiglio di amministrazione della China National Petroleum Corporation  Dai Houliang si sono incontrati martedì in videoconferenza nell’ambito del Forum economico orientale che si tiene in questi giorni nella città russa di Vladivostok. Durante il colloquio i due manager hanno deciso che per le forniture di gas dalla Russia alla Cina per i pagamenti verranno usate le monete nazionali ovvero rublo e yuan.” 

“Il nuovo meccanismo di pagamento è una decisione reciprocamente vantaggiosa, tempestiva, affidabile e pratica”, ha detto Miller. Secondo lui la misura faciliterà la procedura, diventerà “un eccellente esempio per altre aziende e darà un ulteriore impulso allo sviluppo delle nostre economie”.

Il gasdotto, inaugurato nel 2019, trasporta gas naturale dai giacimenti della Siberia orientale alla Cina, percorrendo più di 3.000 chilometri. Nel febbraio 2022, Gazprom e CNPC hanno firmato un nuovo contratto di compravendita di gas che porterà la fornitura di gas russo  alla Cina a 48 miliardi di metri cubi all’anno. (RT)

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *