Vladimir Putin

PUTIN AL G20 ESORTA LE NAZIONI AL RICONOSCIMENTO RECIPROCO DEI VACCINI 

 

Durante l’incontro tra le nazioni appartenenti al G20 il Presidente della Russia Vladimir Putin, in video conferenza, ha esortato le nazioni del mondo a riconoscere reciprocamente tutti i vaccini al fine di contrastare la pandemia.

Il presidente russo Vladimir Putin ha esortato i Paesi ad accelerare il reciproco riconoscimento dei vaccini contro il coronavirus. 

“Vorrei attirare la vostra attenzione sul fatto che, nonostante le decisioni del G20, l’accesso ai vaccini e ad altre risorse vitali non è ancora disponibile per tutti i Paesi bisognosi. Questo avviene anche per la concorrenza sleale, il protezionismo e il rifiuto di alcuni Paesi, anche membri del G20, di riconoscere reciprocamente i vaccini e i certificati vaccinali”, ha detto Putin intervenendo in videoconferenza al G20 di Roma.

Putin ha esortato l’Organizzazione Mondiale della Sanità ad accelerare il processo di valutazione dei nuovi vaccini ed altri preparati contro il Covid, compresi i test sulla loro qualità, sicurezza ed efficacia. Più velocemente avverrà, più facile sarà ripristinare il funzionamento dell’economia globale, compreso il settore turistico particolarmente colpito dalla pandemia, ha affermato il capo di Stato russo.

Putin ha sottolineato che il vaccino russo Sputnik V ha dimostrato la sua elevata sicurezza ed efficacia ed è stato approvato per l’uso in 70 Paesi con una popolazione totale di oltre 4 miliardi di persone.

“Oltre al vaccino Sputnik V a due componenti, la Russia ha creato e sta attivamente utilizzando un preparato monocomponente noto come Sputnik Light, che può essere utilizzato, tra le altre cose, per aumentare l’efficacia di altri vaccini. Stiamo lavorando con i colleghi dei Paesi europei in questo senso e lo stiamo offrendo ai nostri partner”, ha affermato.

Putin ha inoltre suggerito che i meccanismi per la modernizzazione dei vaccini dovrebbero essere sviluppati in modo “sistematico e tempestivo”, date le mutazioni del coronavirus, per mantenerli efficaci. Il coronavirus, secondo il presidente, continuerà a “rappresentare un pericolo per molto tempo”.

Il presidente russo ha sottolineato che Mosca ha sempre accolto e continuerà ad accogliere con favore gli sforzi dei Paesi del G20 per sostenere gli Stati più poveri del mondo ed ha affermato che lo sviluppo sostenibile dell’economia globale è impossibile senza affrontare questi problemi. 

“Recentemente gli stessi Paesi sviluppati, compresi gli Stati del G20, hanno dovuto affrontare disuguaglianze e povertà. È importante affrontare questo problema attraverso misure di politica economica e di bilancio”, ha affermato il presidente russo. (Sputnik)

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.