Il Segretario di Stato USA Blinken

STATI UNITI: EMESSE SANZIONI CONTRO CINQUE FUNZIONARI CUBANI 

 

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso sanzioni restrittive nei confronti di cinque funzionari di stato cubani in relazione alla supposta violazione dei diritti umani di alcuni cittadini del paese caraibico.

In un comunicato stampa il Segretario di Stato Antony Blinken ha annunciato che il suo paese ha imposto restrizioni sui visti a cinque funzionari del governo cubano in relazione a violazioni dei diritti umani, inclusi processi iniqui e reclusione ingiustificata. 

“Il Dipartimento di Stato ha adottato misure per imporre restrizioni sui visti a cinque funzionari cubani ai sensi del Proclama Presidenziale 5377, che sospende l’ingresso di non immigrati negli Stati Uniti di funzionari e dipendenti del governo cubano.  Questi cinque funzionari sono implicati in processi iniqui, condanne ingiuste e incarcerazione di manifestanti pacifici in relazioni alle proteste avvenute a Cuba l’11 luglio 2021. Questo annuncio di restrizioni sui visti arriva in risposta alle azioni dei funzionari del governo cubano che negano ai cubani i loro diritti umani fondamentali e le loro libertà fondamentali”, ha affermato Blinken.

L’11 luglio 2021 centinaia di manifestanti sono scesi in piazza in varie località dell’isola, per esprimere il loro disappunto sulla crisi economica che stava scuotendo il Paese e che si era aggravata a causa degli effetti della pandemia di COVID-19.

La protesta si è trasformata ben presto in guerriglia urbana. Sono stati compiuti atti vandalici come taccheggio e saccheggio di negozi, distruzione di strutture governative, danni a proprietà pubbliche, lancio di pietre contro ospedali pediatrici e scontri con le forze dell’ordine.

il governo cubano ha definito queste proteste come dirette dall’estero ed organizzate dai gruppi controrivoluzionari con sede a Miami che hanno usato i social network per diffondere false notizie tra la popolazione. Alcuni mesi fa sono stati condotti processi contro i responsabili delle violenze condotte durante le manifestazioni. I processi sono stati definiti, come al solito, dalla comunità internazionale come una farsa e i giudizi, che hanno portato alle condanne di diverse persone,  politici.

Da qui la decisione del governo statunitense di sanzionare i cinque funzionari cubani che sarebbero responsabili di violazione dei diritti umani dei cubani che si sono macchiati di gravi atti di violenza durante le manifestazioni dell’11 luglio scorso.

 

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.